Comune di Pollica barra intestazione
Spiaggia
Balneazione
Il Comune di Pollica rientra tra le prime 10 località dell'eccellenza turistica balneare italiana, premiato con Cinque Vele di Legambiente, si è collocato ai primissimi posti nella Guida Blu del Touring Club anche per l'anno 2006.
Le Cinque Vele della Guida Blu di Legambiente, pubblicata annualmente dal Touring Club Italiano, sono il massimo riconoscimento italiano alle località balneari capaci di coniugare bellezza del paesaggio e qualità delle acque, corretta gestione del territorio e interventi in linea con il rispetto dell'ambiente.
Le spiagge di Pollica, da Acciaroli a Pioppi, situate nel Parco Nazionale, oltre al grande interesse naturalistico e alla bellezza dei centri abitati, immersi nel verde della collina, vengono premiate per la qualità dei servizi quali: lo sviluppo della raccolta differenziata e dei servizi per i portatori di handicap; per le varie iniziative di sensibilizzazione della coscienza ambientale, tra cui una gara di pedalò per non vedenti, che ha visto una grande partecipazione.
Per essere eletta da Legambiente tra le "regine" del turismo, Pollica ha superato ben 128 esami, per qualità dell'ambiente marino, servizi efficienti, rifiuti, energia, strutture sanitarie e offerta enogastronomica, rispondendo a caratteristiche di gradevolezza, confort e autenticità del luogo.
I parametri di Guida Blu si suddividono in due prevalenti categorie: la qualità dei servizi ricettivi e la qualità ambientale del territorio.

Gli indicatori di qualità provengono da numerose banche dati tra cui Istat, Ancitel, Sist, Cerved, Ministero della Salute, Enit, Touring Club, Enel, Istituto Ambiente Italia, e, naturalmente, da Legambiente.
Essi sono raggruppati in macroaree secondo i requisiti definiti in ambito europeo anche con il contributo della Associazione VISIT e sono:
  • Uso del suolo, degrado del paesaggio, biodiversità, attività turistiche.

  • Stato delle aree costiere.

  • Accessibilità alle destinazioni e mobilità locale.

  • Consumo e produzione di energia.

  • Consumi idrici e sistemi di trattamento delle acque reflue.

  • Produzione e gestione dei rifiuti.

  • Iniziativa per il miglioramento della sostenibilità.

  • Sicurezza alimentare e produzioni tipiche di qualità.

  • Opportunità e qualità della vacanza.

  • Struttura sanitaria e sociale.

Nell'elaborazione del giudizio complessivo rientrano, inoltre, gli indicatori della qualità ambientale per paesaggio naturale, paesaggio costiero, paesaggio urbano, qualità del costruito e vivibilità.
Ad essi vanno a sommarsi gli indicatori per la qualità dell'accoglienza: capacità ricettiva, servizi turistici, mobilità, ciclo dei rifiuti, ciclo delle acque, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di spiagge libere, l'affollamento del litorale, la presenza di servizi di sicurezza a terra e dell'interesse storico-culturale, anche per presenza di artigianato di qualità, musei e siti archeologici.
Ancora, per la presenza di fondali particolarmente interessanti per subacquei e servizi a terra loro destinati, servizi per disabili, per le iniziative capaci di migliorare la sostenibilità ambientale.

Principali criteri per le spiagge sono:
  • assoluta validità delle acque di balneazione

  • nessuno scarico di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge

  • elaborazione da parte dei Comuni di un piano per eventuale emergenza ambientale

  • elaborazione da parte del Comune di un piano ambientale per lo sviluppo costiero

  • acque senza vistose tracce superficiali di inquinamento (chiazze oleose, sporcizia, ecc.)

  • spiagge allestite con contenitori per rifiuti in numero adeguato

  • spiaggia tenuta costantemente pulita

  • dati delle analisi delle acque di balneazione a disposizione

  • facile reperibilità delle informazioni sulla Campagna Bandiere Blu d'Europa

  • iniziative ambientali che coinvolgano turisti e residenti

  • servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia

  • collocamento di salvagenti ed imbarcazioni di salvataggio

  • assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia

  • assoluto divieto di campeggio non autorizzato

  • divieto di portare cani sulle spiagge non appositamente attrezzate

  • facile accesso alla spiaggia

  • rispetto del divieto di attività che costituiscono pericolo per i bagnanti

  • equilibrio tra attività balneari e rispetto della natura

  • servizi di spiaggia efficienti

  • accessi facilitati per disabili

  • fontanelle di acqua potabile

  • telefoni pubblici dislocati vicino alla spiaggia