Comune di Pollica barra intestazione
Pollica in tavola
Alici
Alici marinate
I prodotti di una tradizione possono diventare protagonisti mediatici di un territorio per contenuto artistico-manuale, per la ritualità, la storia, la tradizione, l'estetica che esprimono.
Le specie un tempo ritenute meno pregiate, il cosiddetto "pesce azzurro", alici, sarde, sgombri, e così via, sono oggi pienamente riabilitate dal punto di vista dietetico e nutrizionale.
Esse vengono vendute appena pescate, o utilizzate dagli stessi pescatori come alimento, o ancora conservate con metodi particolari. Si propongono, di seguito, alcune delle ricette del territorio, in particolare delle conserve di pesce, perché in grado di comunicare cultura materiale, tradizione, emozioni, sapori e profumi del Comune di Pollica, dalla grande maggioranza dei visitatori, principalmente associato al mare.
I territori interessati alla produzione sono tutti i Comuni costieri, inclusa Pollica.
Le alici sono da sempre il frutto della pesca locale, e vengono conservate sotto sale per i mesi in cui è difficile uscire per mare o per i momenti in cui la pesca è scarsa.
Le alici vengono pulite dalla testa, dalle interiora e dalla lisca e sciacquate sotto acqua corrente.
Si miscelano con aceto, limone e sale per 12-24 ore. La scolatura avviene per circa 8-12 ore. Per asciugarle ulteriormente si dispongono su carta assorbente, si avvolgono e si tengono in frigo per altre 10 ore. I tempi di tale operazione variano in base alle quantità utilizzate.
Ultimata l'asciugatura si depongono in idonei vasetti o vaschette condite nelle varie località con, aglio, peperoncino, prezzemolo e sale. Tenute in freddo possono essere conservate anche per un mese.

« Indietro :: Pagina 2/4 :: Avanti »