Comune di Pollica barra intestazione
Uno scorcio di Galdo
Particolare
Galdo
Galdo, menzionato per la prima volta nei documenti del 1092, è un toponimo di origine longobarda che significa "selva". Il piccolo borgo conserva una struttura antica, quasi arcana, in grandissima parte autentica che sembra destinarlo e fruizioni turistiche di elevata qualità. Le case posseggono uno schema costruttivo essenziale, estremamente sobrio e configurano un nucleo abitato molto in fusione con campagna e natura.
Una breve gradinata, in parte alberata, immette in una piazzetta deliziosa e minuscola, quasi paragonabile a un salotto domestico.
In prossimità della piazzetta, appena si nota la cappella di Santa Caterina, un tempo sede della confraternita. Da questo luogo si diramano alcuni vicoli che sbucano negli orti.
A sud, si colloca il palazzo dei baroni Galdi e poco distante dall’abitato, si colloca quasi in solenne solitudine la parrocchia di San Nicola. Per raggiungerla si percorre una via lastricata con pietre disposte di taglio, forse uno degli ultimi esempi di questa tecnica in tutta l’area del Cilento.
Pollica ha vinto il IV Premio Nazionale Cittaslow del 2006, con il progetto “Galdo- Borgo di Teatro e Letteratura” che intende contrastare, con forza inventiva, la realtà di un luogo antico, che la modernità, inesorabilmente, cancella via.
Il progetto prevede un’operazione di recupero della letteratura e del teatro nello scenario di tale piccolissimo centro del Mezzogiorno dedicando le vie del paese a testi letterari e creando un intreccio tra i libri e le pietre del borgo medievale. La realizzazione complessiva del coraggioso progetto e la sua concreta e complessiva riuscita nel tempo richiederà alla comunità intera una forte costanza ed impegno politici e sociali.

Palazzo dei Baroni Galdi

Il Palazzo dei baroni Galdi, con l’antitante piazzale, è un'antica costruzione con portale del 1605.
Sotto la volta è dipinto lo stemma di famiglia e il portale introduce in un ampio cortile lastricato, un tempo dominato da una torre di difesa.
D’ interesse è l'attigua cappella gentilizia dedicata all'Ascensione con un piccolo matroneo dal quale la famiglia Galdi partecipava alle funzioni religiose.

« Indietro :: Pagina 1/2 :: Avanti »